SCUOLA, AL CFP DI FONTE LA PAROLA D’ORDINE È “RISPETTO”

>, News>SCUOLA, AL CFP DI FONTE LA PAROLA D’ORDINE È “RISPETTO”

SCUOLA, AL CFP DI FONTE LA PAROLA D’ORDINE È “RISPETTO”

I consigli di buona educazione dell’assessore Donazzan già presenti.
Anzi chi non si comporta bene fa i lavori “socialmente utili”

 

 

FONTE (TV) – 22.1.2019 – «Mi pare che le norme di buona educazione proposte dall’assessore regionale all’Istruzione, Formazione, Lavoro e Pari opportunità Elena Donazzan siano di buon senso. Anche se non abbiamo un regolamento ad hoc, devo dire che la nostra scuola è riuscita ad ottenere un comportamento fondato sul rispetto reciproco e la buona educazione».

Commenta così Andrea Mangano direttore generale del Centro di formazione professionale Opera Monte Grappa l’invito espresso dall’assessore Donazzan ai presidi. «Per noi vuol dire rispetto dei prof. ovvero salutare sempre alzandosi in piedi, abbigliamento adeguato, no bestemmie e soprattutto no bullismo. A questo proposito ci vantiamo di aver introdotto i cosiddetti lavori “socialmente utili”. Se uno studente si comporta male invece della sospensione viene invitato a compiere un periodo di lavoro socialmente utile all’interno della scuola stessa. I ragazzi e le famiglie devo dire che hanno accolto con favore le nostre “linee guida” e il clima che abbiamo cercato di instaurare non è certamente di paura ma di collaborazione. Chi ci conosce sa che quando a scuola entra una persona esterna i nostri allievi e allieve sono i primi a salutare anche con un sorriso».

Il Centro di formazione professionale Opera Monte Grappa di Fonte, nato oltre sessant’anni fa per opera dei parroci della Pedemontana veneta che fa capo alla diocesi di Treviso, è accreditato come centro di formazione dalla Regione. Ospita ogni anno circa 600 alunni che in tre o quattro anni escono già pronti per un lavoro di meccanico, idraulico, elettricista, o per altri settori come il turistico. Promuove inoltre corsi serali per adulti che così trovano un’opportunità per aggiornarsi e trovare nuova occupazione se in difficoltà con il proprio lavoro

Di | 2019-01-22T15:48:30+00:00 22 Gennaio 2019|In Evidenza, News|
Translate »