A VENEZIA DUE GIORNATE DI FORMAZIONE SU PROCESSI DI APPRENDIMENTO E RELAZIONE EDUCATIVA

>>A VENEZIA DUE GIORNATE DI FORMAZIONE SU PROCESSI DI APPRENDIMENTO E RELAZIONE EDUCATIVA

A VENEZIA DUE GIORNATE DI FORMAZIONE SU PROCESSI DI APPRENDIMENTO E RELAZIONE EDUCATIVA

1 e 2 luglio 2019 promosso da Scuola Centrale Formazione in collaborazione con Ficiap Veneto e Cooperativa Olivotti, rivolto a professioni dell’Istruzione e Formazione Professionale.

 

Venezia, 19 giugno 2019 – La crescente complessità dei processi di apprendimento e del ruolo della relazione educativa sono temi di centrale interesse per Scuola Centrale Formazione – Associazione nazionale riconosciuta dal Ministero del Lavoro che svolge un ruolo di rappresentanza di 46 Enti in 11 Regioni italiane – da anni impegnata nella promozione di percorsi a sostegno dello sviluppo di competenze didattiche innovative e comunicative per favorire l’apprendimento.

Cosa succede nel cervello di un adolescente? Come sostenere la fatica educativa? Sono solo alcune delle domande a cui si tenterà di fornire una risposta grazie agli interventi di autorevoli esperti che animeranno l’evento formativo #FORMA#LAB (1 e 2 luglio, Venezia) promosso da Scuola Centrale Formazione in collaborazione con Ficiap Veneto e Cooperativa Olivotti, rivolto a professioni dell’Istruzione e Formazione Professionale.

Il programma, declinato in due giornate di formazione rivolte a direttori, formatori e tutor provenienti da percorsi di IeFP, punta ad esplorare i cambiamenti in corso nella IeFP e individuare le strategie che sostengono la relazione educativa. In particolare: la gestione del conflitto, l’efficacia comunicativa, la motivazione degli studenti, la strutturazione di ambienti di apprendimento stimolanti, la didattica delle emozioni, la declinazione di UdA fruibili da tutti gli allievi, l’autorevolezza del formatore.

I lavori si aprono Lunedì 1 luglio, presso la Sala polifunzionale delle Regione del Veneto, con l’intervento  di Alberto Pellai – medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva e ricercatore presso il dipartimento di scienze biomediche dell’Università degli Studi di Milano – “Neuroscienze, processi di apprendimento e fatica educativa“. Pellai affronterà questi temi accompagnando i partecipanti ad individuare gli elementi principali che generano la fatica educativa agita nella relazione con l’adolescente e individuando alcuni aspetti relazionali ed educativi che possono aiutare a sostenere la relazione educativa.

 

Martedì 2 luglio introduce la sessione plenaria Luigi Tuffanelli – docente presso la Facoltà di Scienze della Formazione Primaria dell’Università di Bolzano, esperto di riferimento Erickson – intervenendo in materia di gestione della classe e il ruolo del formatore chiamato a svolgere un compito difficile date le diverse variabili cruciali (il ruolo e la responsabilità sociale dell’insegnante/formatore, i problemi di stress e di autostima, l’autorevolezza e l’efficacia comunicativa, i diversi modi di fare lezione, ma anche i bisogni e le problematicità degli studenti che richiedono sempre più un’attenzione particolare). Contestualmente in plenaria parallela Arduino Salatin e Eugenio Gotti intervengono sul tema “il continuo cantiere aperto della IeFP”.

 

Nel pomeriggio di entrambe le giornate sono previsti workshop paralleli per approfondire elementi di didattica innovativa, anche tramite l’utilizzo delle nuove tecnologie:

Lunedi 1 luglio 14.30 – 17.30

Workshop 1LE TECNOLOGIE NELLA DIDATTICA: presentazione di Google classroom, suite e sites a cura di Luca Montanari – Formatech Milano; Il laboratorio fornisce spunti per la strutturazione di ambienti di apprendimento stimolanti col supporto delle tecnologie.  Si lavorerà con Google Esplorazioni Tour (realtà virtuale e aumentata) pensati appositamente per il mondo della scuola con l’obiettivo di promuovere un insegnamento più coinvolgente e innovativo, generando maggior protagonismo degli allievi nei processi di apprendimento.

 

Workshop 2LA GESTIONE DELLA CLASSE: stili di apprendimento strategie didattiche a cura di Monica Lazzaretto; la ricerca di chiavi di lettura per l’individuazione di possibili strategie di intervento e di cambiamento, per svolgere un ruolo di responsabilità sociale dell’insegnante/formatore.

 

Workshop 3 LA VALORIZZAZIONE DEI TALENTI DEGLI ALLIEVI CON DISABILITA’ a cura di Maria Concetta Carruba. Un sistema inclusivo considera l’allievo protagonista dell’apprendimento, qualunque siano le sue capacità, le sue potenzialità e i suoi limiti. Il laboratorio fornirà strumenti utili a rispettare i profili di apprendimento di tutti gli allievi, anche quelli con disabilità. Ci sarà l’occasione di sperimentare la declinazione delle unità di Apprendimento in maniera differenziata nel rispetto dei differenti profili di apprendimento degli allievi.

 

Martedì 2 luglio 14.30 – 17.30

Workshop 1CLASSI DIFFICILI CHE FARE? Strategie utili per gli insegnanti – a cura di Luigi Tuffanelli. Il workshop si propone di presentare strumenti di riflessione e di lavoro, al fine di migliorare il rapporto insegnante-studente, specialmente nei casi di classi difficili e conflittuali, aiutando i partecipanti a creare un ambiente -classe aperto e inclusivo.

 

Workshop 2EDUCAZIONE ALLE EMOZIONI E ALL’AFFETTIVITA’ a cura di Valentina Lucca. Il workshop mira ad approfondire le tre dimensioni fondamentali della vita affettiva: le emozioni, gli stati d’animo e i sentimenti. Un lavoro equilibrato sull’affettività, infatti, dovrà rivolgersi proprio a queste tre dimensioni. Il workshop aiuterà i partecipanti anche a comprendere quali azioni possono essere compatibili, auspicabili e necessarie ai fini di un’adeguata educazione all’affettività nel contesto formativo della classe.

Workshop 3 – COME MOTIVARE GLI STUDENTI DIFFICILI? Interventi su autostima, autoefficacia e percezione di sé a cura di Michele Borghetto. Il workshop si propone di presentare modalità e strategie per aiutare gli studenti a individuare, gestire e modulare le proprie emozioni in classe, allo scopo di migliorare la loro motivazione verso la scuola e lo studio. Si suggeriranno strategie volte a migliorare le loro capacità di pensiero razionale, di autocontrollo/autoconsapevolezza emotiva.

FORMAZIONE ACCREDITATA MIUR dalla GIUSEPPE OLIVOTTI SCS COD.  INIZIATIVA FORMATIVA 31894 TITOLO #FORMA #LAB ID 46130  PORTALE SOFIA.

Il programma completo è disponibile sul sito di sito di SCF: http://www.scformazione.org/forma-lab/

 

SCUOLA CENTRALE FORMAZIONE – Associazione nazionale riconosciuta dal Ministero del Lavoro. Dal 1975 svolge un ruolo di rappresentanza in via sussidiaria di 46 Enti che operano nell’ambito della formazione professionale in oltre 100 sedi di 11 Regioni italiane. Annualmente più di 20.000.000 allievi beneficiano dei percorsi formativi offerti dai Centri di Formazione Professionale della rete. SCF svolge un ruolo di rappresentanza e di coordinamento a livello nazionale e offre supporto alle attività dei propri enti associati, in risposta ai bisogni individuati per e dagli enti soci. Con le sue attività promuove la qualità e l’innovazione del sistema formativo. www.scformazione.org

Di | 2019-06-19T14:06:32+00:00 19 Giugno 2019|News|
Translate »